NINO BUENAVENTURA

penthotal-andrea-pazienza

Ringrazio Andrea Pazienza per il ritratto!

Nino Buenaventura, pseudonimo di *·$%*%$%¿ @= >$%&·^**, è un personaggio nato in quel di Firenze e non ancora trentenne. Gentrificato dalla politica museale fiorentina (in sostanza si rifiutò di fare da adorno a i’Davidde e a i’Dante) si sposta a Bologna, dalla quale, suo malgrado, si separa a causa di un cronico innamoramento per il Messico, nato a seguito di un programma di scambio universitario (ma anche la scarsità di borse di dottorato italiane ha influito sulla migransia). Attualmente, vive, sopravvive e intravive nella meravigliosa, quanto caotica, Città del Messico. Le sue produzioni spaziano dagli articoli accademici a proposito di quel tema non più molto in voga che è le lotte sindacali (d’altronde essere comunisti e ballare il twist è molto fuorimoda); le osservazioni politiche; la poesia con temi sociali, ma non solo; e la traduzioni di testi letterari che secondo il suo modesto parere meritano di essere letti.

Detto ciò si emoziona per i’popolare, i bar sudici, la musica bella, i fumetti (sogna segretamente di essere Corto Maltese) e i cartoni animati.

Fino ad ora ha pubblicato su CarmillaOnLine e, con un altro pseudonimo, che non vi dirò, su Cortocircuito, collettivo di informazione politica fiorentina.

Suo nonno sostiene che per fare belle cose non bisogna mai prendersi troppo sul serio.

Nino Buenaventura è un personaggio molto ammodato, io che lo conosco bene ve lo assicuro…

Un saluto,

*·$%*%$%¿ @= >$%&·^**