SUSANNA DE GUIO

Vulcano_grandeNata a metà degli anni Ottanta nella periferia di Sesto San Giovanni, a sua volta periferia operaia di Milano, la mia storia è fin dall’inizio popolare e post-industriale. Lettrice accanita fin da bambina, inquieta e polemica per vocazione, ho studiato Lettere Moderne contestando l’odore di muffa e ruggine delle lezioni universitarie, e sono approdata presto all’editoria, come redattrice dei libri di narrativa italiana per Mondadori.

A partire 2009 il precariato nel mondo editoriale si è intensificato in maniera lenta ma esponenziale, così nel 2014 ho deciso di mollare tutto e ho attraversato l’oceano, diretta a Buenos Aires, come dottoranda in Sociologia.

bdrIl progetto di ricerca, sviluppato in Argentina, mi ha portato ad analizzare le reti di comunicazione alternativa e indipendente, il loro legame con movimenti e organizzazioni sociali, i conflitti con il mercato mediatico e le politiche istituzionali in campo comunicativo.

Attualmente vivo ai margini della capitale del tango, navigo tra editoria, giornalismo e produzioni audiovisive, accompagnando le distinte lotte che attraversano l’Argentina, da quella femminista contro il patriarcato e per l’aborto legale, alla storica resistenza del popolo mapuche, fino allo scontro quotidiano dei settori popolari e piqueteros contro la crisi imposta dall’attuale governo macrista.