America Latina

Grande successo per l'esposizione della Santa Muerte di Alfareria nel Museo di Antropologia

 05/09/2009  Di: 

Santa Muerte El altar de donna Queta 079

Grande successo di pubblico e animato interesse ha riscosso l’esposizione della Santa Muerte di Alfareria inaugurata giovedì scorso, 3 settembre, nel Museo di Antropologia di Città del Messico.
Ci ho fatto un salto prima del concerto all’Auditorio Nacional del Re della Cumbia sonidera, il regiomontano (di Monterrey, nel nord del Messico) Celso Piña e la sua orchestra Ronda Bogotà “pura cumbia colombiana”, e non sono nemmeno riuscito a entrare per la file che s’era creata visto che passavano solo gruppetti limitati di persone.
Sarà per la prossima, ma tra simpatizzanti del culto, devoti e curiosi la raza c’era eccome, qualche centinaio di persone. Il vino d’onore e l’offerta di bicchierozzi di bibite fresche avrà anche attirato l’attenzion ma alla fine la star era la Santa di Tepito, vedasi foto d’apertura del post. Spero di poter portare in rete la testimonianza più diretta dell’esposizione: riproverò ad entrare nel gran Museo in una giornata di tranquillità.
Beh, già che ci sono, consiglio anche di andare al concerto di Celso, esaltatore di folle, hombre barrio, il re della fisarmonica e della cumbia tipo “colombiana”, non quella che invade gli autobus urbani di Città del Messico che è lenta, mielosa e ripetitiva. Qua si tratta del tipo di cumbia, ballo latinoamericano forse poco conosciuto in Italia, fatta da chi l’ha inventata, cioé dai colombiani con lo stile, per esempio, della Sonora de Margarita o Dinamita, per intenderci.

Di:  In Categoria: America Latina

Comment here