Archivi tag: Sud America

Parliamo di #NarcoCorridos #NarcoGuerra #MessicoInvisibile su @Radio24_news @NessunLuogo24 con @giampaz

narco_corridos

A partire dai libri Messico Invisibile (Arcoiris, 2016) e NarcoGuerra (Odoya, 2015) abbiamo parlato del genere musicale dei narco-corridos, vera e propria colonna sonora della narcoguerra messicana, e della narco-cultura in Messico con il giornalista Giampaolo Musumeci. “Musica in prima linea” è il titolo della puntata del Programma NESSUN LUOGO È LONTANO di RADIO24, Trasmissione del 15 agosto 2016 (Condotto da

Ascolta il podcast della puntata ferragostana qui: LINK

movimiento alterado

A poche ore dal golpe bianco in Brasile

Brasil

(Fabrizio Lorusso – Huffington Post) Tra poche ore dovrebbe consumarsi un altro atto del colpo di stato “a puntate” contro la presidentessa del Brasile, Dilma Rousseff, eletta circa un anno e mezzo fa col voto diretto di oltre 54 milioni e mezzo di cittadini. Anche se tra marzo e aprile una parte sostanziale dei mass media internazionali hanno denunciato la forzatura in corso contro la giovane (appena trentenne) democrazia brasiliana, ora la tensione sembra in calo e la rassegnazione prende il sopravvento.

Continua a leggere

#Droga: il #Messico ha capito tutto

Intervista a Roberto Saviano: il narcotraffico dal Messico, che è l’oggi, alla Cina, che è il domani -Fabrizio Lorusso da L’INDRO
droga-messico
Tra febbraio e marzo abbiamo abbiamo fatto un quadro della  situazione del narcotraffico in Messico e non solo con Roberto Saviano, autore di ‘ZeroZeroZero’, tradotto sul mercato latinoamericano ‘CeroCeroCero’, una storia di mafie globali e traffico internazionale di cocaina. Ripubblichiamo qui l’ intervista che ci ha rilasciato per lo spagnolo ‘Ctxt’

Perché il Messico è diventato il centro del mondo?

Perché i cartelli messicani hanno realizzato una trasformazione, che è poi tipica del meccanismo imprenditoriale-economico degli ultimi decenni, e cioè che il distributore è diventato più importante, sia dal punto di vista economico che politico, del produttore. Allo stesso modo la compagnia che distribuisce petrolio diventa più importante di quella che estrae, oppure oggi Amazon è più importante delle aziende che distribuisce. Quando dico ‘importante’ significa che determina il successo di un prodotto. Allo stesso modo i cartelli messicani, diventando i grandi distributori della cocaina, sono diventati molto più importanti dei produttori.

Continua a leggere

“Quien controle el mercado chino de la coca gobernará al mundo” Entrevista con Roberto Saviano #Geopolítica #Narcotráfico @Ctxt_Es

cocaine_for_kids
30 DE MARZO DE 2016 –  Fabrizio Lorusso para CTXT.ES

Esta entrevista se realizó durante los meses de febrero y de marzo a través de unas sesiones de preguntas enviadas por correo electrónico y contestadas oralmente por medio de unas audio-grabaciones. Desde 2006 Roberto Saviano vive bajo protección del gobierno italiano tras haber recibido amenazas de muerte por parte de grupos de la Camorra después de publicar Gomorra, una novela sobre esta organización criminal. Es autor también de CeroCeroCero, un relato sobre las mafias globales y los tráficos internacionales de cocaína.

Retomando una frase de su libro CeroCeroCero, ¿por qué México se volvió “el centro del mundo”?  Continua a leggere

#Narcos, #HipHop e #Gangsters a #LosAngeles #Messico #NarcoGuerra: Articolo + #Podcast #Radio @cittadelcapo #Bologna

eazy-e-death-conspiracy.pngPost di Fabrizio Lorusso e Babe (Radio Città del Capo – Programma THIS IS NOT AN EXIT)  – CLICCA QUI Link per ascoltare il PODCAST del programma  – Soundtrack by Eazy E et al. – In collaborazione con This Is Not An Exit Blog

[Intro di Babe] Se ne parla poco, se ne sente parlare tantissimo. E’ anche uscito un film autocelebrativo” Straight outta Compton” che racconta l’epopea dei NWA, Negri Con l’Attitudine, l’Attitudine con l’A maiuscola, l’unica con permesso di soggiorno nell’america Reaganiana, ovverosia la propensione a far soldi e tirarsi fuori dalla Compton del Crack degli anni ’80. Il Crack era una sintesi della cocaina ottenuta con un semplice processo chimico che ne moltiplicava e amplificava gli effetti…e i guadagni per chi la vendeva. Non era più la sostanza d’elezione per le elite bianche in cerca di un “coadiuvante” prestazionale ma uno stupefacente buono per i ghetti neri delle grandi città americane con la sua tendenza ad alimentare l’alienazione sociale e le forme di psicosi.

Continua a leggere

L’ultimo narcos: epopea e segreti del Chapo Guzmán

di Fabrizio Lorusso – Da Carmilla

chapo pensoso[La narrazione viaggia su cinque capitoli, intervallati da alcuni video e foto. Si può pure saltare da uno all’altro in caso di necessità. Indice: 1. Il Cartello  2. Ayotzinapa  3. La terza cattura  4. Estradizione?  5. Triangolo: Kate del Castillo, Sean Penn e “El Chapo” Guzmán]

“A cosa starà pensando El Chapo?” Questa semplice domanda, contenuta in un tweet del giornalista messicano Diego Enrique Osorno diventa virale la sera dell’8 gennaio. Sono passate poche ore dalla cattura, la terza, del narcotrafficante più ricercato al mondo, Joaquín Archivaldo Guzmán Loera, capo dell’organizzazione criminale di Sinaloa. Più conosciuto ormai per il suo alias, “El Chapo”, ossia il tozzo o tarchiato, il capo rinchiuso è diventato un numero: prigioniero 3870 del penitenziario di massima sicurezza El Altiplano, prima La Palma. Nel tweet di Osorno è incorporata una delle foto diffuse dalla stampa dopo l’arresto. Continua a leggere

La #Patagonia Rebelde (La Patagonia Ribelle) #Argentina #Film

Rebellion in Patagonia (Spanish: La Patagonia rebelde) is a 1974 Argentine dramahistorical film directed by Héctor Olivera and starring Héctor Alterio, Luis Brandoni, José Soriano and Federico Luppi. It was written by Olivera with Osvaldo Bayer and Fernando Ayala, based on Osvaldo Bayer’s renowned novel Los Vengadores de la Patagonia Trágica (“The Avengers of Tragic Patagonia”), which was based upon the military suppression ofanarchist union movements in Santa Cruz Province in the early 1920s.

It was entered into the 24th Berlin International Film Festival, where it won the Silver Bear.[1]

La Patagonia rebelde es una película argentina dramáticahistórica de acción de 1974 dirigida por Héctor Olivera y protagonizada por Héctor Alterio, Luis Brandoni, Federico Luppi y Pepe Soriano. Fue escrita por Olivera, Fernando Ayala yOsvaldo Bayer, basada en el libro de Bayer Los vengadores de la Patagonia trágica, que relata los hechos de la denominadaPatagonia rebelde del año 1921.

Si bien al comienzo fue censurada por el entonces presidente, Juan Domingo Perón, más tarde, el 12 de junio de ese año, fue aprobada por decisión del mismo Perón.1 Después de la muerte del presidente, fue censurada nuevamente el 12 de octubre por el gobierno de Isabel Perón.2 Poco después, la mayoría del elenco y realizadores debieron marchar al exilio.3 Sólo pudo ser exhibida en 1984, con el regreso de la democracia.4 5 El film ganó el Oso de Plata en el Festival Internacional de Cine de Berlínde 1974.6

La-patagonia-rebelde

La Noche de los Lápices (La Notte delle Matite Spezzate) #Film #Argentina #Dittatura

La_noche_de_los_l_pices-239087571-largePer la Serie Film LatinoAmericanisti (qui link agli altri film)

La notte delle matite spezzate è un film del 1986, diretto da Héctor Olivera. La Notte delle matite (Noche de los Lápices), è il nome in codice dell’operazione organizzata dalla polizia Argentina, con lo scopo di sequestrare, sempre durante la notte, reprimere, torturare ed uccidere, gli studenti delle scuole superiori che si fossero resi colpevoli di “attività atee ed anti nazionaliste” nel periodo intercorrente tra il 24 marzo 1976, data del colpo di stato che porterà al potere la giunta militare guidata da Jorge Rafael Videla, ed il 1983, in quello che fu definito all’epoca come Processo di Riorganizzazione Nazionale. Wiki TRAMA DEL FILM