Libri: Guatemala 1954-1996. Il genocidio dimenticato

Un libro che riassume la lunga stagione di sangue del Guatemala. Un breve saggio per conoscere la cruda realtà di un Paese e della sua guerra civile.

Con la lucidità e la puntualità del saggista, unita alla passionalità dell’uomo-scrittore-indigeno, l’autore traccia un sunto preciso dei crimini orrendi consumatisi in Guatemala tra il 1960 e il 1996, nel corso di una sanguinosa guerra civile che ha visto la popolazione opporsi a un regime di stampo militare. Uno dei tantissimi genocidi dimenticati, occultati, in un mondo in cui ciò che non “interessa” ai media, perché non strumentalizzabile, non fa notizia, e quindi “non esiste”. Ma i numeri parlano chiaro e non sono ignorabili: oltre 200.000 morti e 40.000 desaparecidos, su una popolazione di dieci milioni d’abitanti. Con coraggio, l’autore tenta di svegliare le coscienze assopite da un’informazione asservita e costringe ad aprire gli occhi su un’intollerabile realtà.

Erick Daniel Beltracchini è nato il 16 giugno del 1984 a Città del Guatemala. Vive a Pianello del Lario (CO). Ha conseguito la laurea specialistica in Scienze Storiche. Ha collaborato con Mario Marzi alla stesura de Il saxofono, Zecchini editore, 2009.

In copertina: Allegoria della Morte (Vanitas Vanitatum), Pinacoteca de la Profesa, Città del Messico.

Per info contattate l’autore all’indirizzo: erickbeltracchini@yahoo.it
Per ordinarlo alla casa editrice: ordini@ilfiloonline.it

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...