Parla di Noi. Appello per un’informazione diversa

PARLA DI NOI
Un tempo straordinario di crisi e grandi cambiamenti planetari, dagli assetti geopolitici, alla formazione di nuovi poteri, alla definizione di nuovi territori di crisi e potenziali guerre, alla scrittura di nuove geografie produttive e di divisione del lavoro, all’emergere di modelli di vita e costume, all’irrompere di nuove scienze, rischia di passare sulla testa dei telespettatori italiani lasciandoli del tutto fuori ed ignari, impoverendo cosi’ tragicamente cultura liberale e capacita’ democratica del nostro paese.

Come e’ pensabile far sindacato, difesa dei posti di lavoro o impresa, far crescere qualita’ della vita, del territorio e dell’ambiente, immaginare una seria lotta alle mafie ed alla corruzione, ragionare di immigrazione o di sviluppo, ipotizzare un governo dei poteri finanziari, politiche dell’acqua e dell’energia, senza poter accedere e conoscere concretamente i nuovi territori di definizione, tutti globalizzati, su cui si muovono tali problemi?
A fronte di tutto cio’, il mondo raccontato dal servizio pubblico, dalla Rai, si fa sempre piu’ piccolo. Negli ultimi anni sono scomparse voci importanti dell’approfondimento giornalistico sui grandi temi internazionali e ben poche novita’ e’ stato possibile registrare nel racconto dei telegiornali sempre piu’ stretti invece in una vecchia, angusta, davvero provinciale, logica nazionale. Mentre sempre piu’ stancamente ci si professa europei, niente si e’ mosso verso prime forme di racconto ed informazione continentale, capaci di promuovere, nel conoscersi e nel sentire comuni i problemi, una coscienza comune europea.

Si annunciano inoltre scelte che, in nome di difficolta’ di budget, contraddette dal perpetuarsi costosissimo di logiche lottizzatorie, porteranno alla riduzione delle sedi di corrispondenza all’estero, per altro gia’ del tutto inutilizzate nel loro ruolo di terminali nel mondo, senza che pero’ venga minimamente immaginato un meccanismo produttivo ed editoriale capace di racconto coerente e critico della vicenda internazionale ed ancor piu’ delle dinamiche del mondo globalizzato. Rai News24, l’unica ad aver tentato e sperimentato in questo campo, non ha certezza di gruppi dirigenti e di risorse credibili. L’unico programma impegnato nella narrazione dello stato dei diritti umani, dei processi di globalizzazione e dei punti di crisi internazionali, C’era una volta, e’ ad un passo dalla chiusura.
Essere cittadini globali, consapevoli delle reali dinamiche su cui si giocano i nuovi poteri e i loro conflitti, e’ l’unico vero, possibile ed urgente terreno di moderna democrazia. Essere informati a questo livello e’ il piu’ grande dei diritti democratici a cui questo servizio pubblico sta totalmente abdicando nel suo racconto, invece, di un mondo sempre piu’ piccolo, vecchio, falsamente gaudente dal quale i veri problemi, la quotidianita’ del nostro paese e del mondo in cui vive e si relaziona, sono sistematicamente espulsi.
PARLA DI NOI e’ una campagna, aperta a tutti i contributi possibili, che si prefigge l’apertura di un grande dibattito nazionale e tutte le iniziative che si riterranno necessarie sui destini del servizio pubblico televisivo italiano per posizionarlo all’altezza dei tempi che viviamo, per liberarlo dall’abbraccio soffocante dei partiti e restituirlo alla missione culturale ed informativa per la quale e’ nato. Innanzitutto una grande raccolta di firme da inviare al Parlamento italiano e al Consiglio di Amministrazione della Rai chiedendo l’immediata apertura di un dibattito pubblico sui destini futuri del servizio pubblico.
Allo stesso tempo Parla di noi offrira’ quotidianamente una rassegna delle notizie di interesse pubblico ignorate dai mass media televisivi

Le adesioni si raccolgono sul sito face book Parladinoi, inviando una mail a
parladinoi@yahoo.it
o scrivendo a
Parladinoi, via Courmayeur,35, 00135 ROMA

Una risposta a “Parla di Noi. Appello per un’informazione diversa

  1. ho letto che haiti e statto un terremoto provocato da un paese molto potente sapete chi e
    worldannouncement.net

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...