America Latina

Haiti: Al Jazeera trasforma un paramilitare in eroe…

 26/04/2010  Etiquetas: , , , , , , , , , , , , , ,

[youtube=http://www.youtube.com/watch?v=zSac0nQ8gAk]

Non è il primo media che lo fa, anzi, prima erano quelli “occidentali” e statunitensi che dipingevano come eroi molti paramilitari e assassini ad Haiti.

AlJazeera versione inglese fa passare il sanguinario Guy Philippe come un patriota, ribelle antiamericano e critico del governo attuale con un’intervista e dei commenti scandalosi…

Philippe è in realtà un paramilitare, ex capo della polizia a Cape Haitien nel nord di Haiti e responsabile di massacri e abusi durante le ribellioni armate finanziate dalla CIA e altre agenzie USA per spodestare l’ex presidente Aristide nel 2003-2004. Altro che ribelle ed eroe…

Segnalo un paio di link al riguardo:
HUMAN RIGHTS WATCH
HCV HAITI ANALYSIS

Di:  In Categoria: America Latina

  1. Dicembre 2007, sulle pagine di Selvas.org una delle prime dettagliate denunce delle violenze occorse ad HAiti, anche per mano di Guy Philippe, raccolte da un associazione di Avvocati per i Diritti Umani di Haiti, l’AUMHOD.
    Grazie Fabrizio per la diffusione di questo video che specula sulla poca trasparenza, di certo voluta, delle vicende della storia recente haitiana per tentare uno scoop giornalistico in chiave “anti-statunitense” o “anti-efficenza-haitiana” , ma che finisce solo nel condannare all’oblio le decine di migliaia di morti violente che Haiti ha pianto.
    Vi rimando alla lettura della denuncia:
    ——–
    Haiti: i testimoni dal silenzio
    http://www.selvas.eu/newsHA0407.html
    L’eliminazione sistematica dei sostenitori Lavalas è iniziata almeno nel 2002 e pianificata molto tempo prima. Ecco le prime testimonianze dal Plateau Central raccolte dalla Association des Universitaires Motivés Pour Une Haïti Des Droits (AUMOHD). Rimasti isolati, anche dalla sicurezza offerta dal contingente internazionale della missione ONU, questi cittadini haitiani chiedono verità e giustizia per i loro parenti scomparsi o uccisi.

Comment here