Archivi tag: Gustavo Castro

Honduras, I mandanti dell’assassinio dell’attivista Berta Cáceres restano impuniti

di Simone Scaffidi  da Repubblica.it

Morire per delle idee. Nella notte tra il 2 e il 3 marzo 2016, due uomini armati hanno fatto irruzione nella casa dell’attivista honduregna Berta Cáceres, assassinandola. In prima battuta, gli inquirenti hanno attribuito l’omicidio a presunti ladri, in un secondo momento è stata avanzata l’ipotesi del «delitto passionale», ma a chi ha la sensibilità e la pazienza di non credere alle versioni fornite dal Potere, è stato chiaro fin da subito che Berta è stata ammazzata per rubarle la dignità e le idee, non le «cose» che aveva in casa. Fondatrice del Copinh – Consejo Cívico Popular e Indígena de Honduras, assieme alle sue compagne e alle comunità locali, Berta si era opposta alla costruzione della Centrale Idroelettrica Agua Zarca, promossa dall’azienda Desa. Per questa ragione è stata ripetutamente minacciata – di morte e di stupro – intimidita e alla fine assassinata. Berta, grazie al suo impegno, era diventata negli anni un punto di riferimento per tutte le organizzazioni latinoamericane che si occupano di diritti umani e portano avanti una lotta trasversale contro lo sfruttamento dei territori e le discriminazioni di genere e di etnia. Continua a leggere

#Honduras: Spiriti, Documentario Omaggio a #BertaCáceres @COPINHHONDURAS

Gli autori del documentario hanno reso disponibile la sua visione su YouTube in omaggio a Berta Cáceres, attivista honduregna legata al Consejo Cívico de Organizaciones Populares e Indígenas de Honduras (COPINH) e a molte realtà sociali del paese centroamericana che è stata assassinata il 2 marzo scorso. Nell’attentato è rimasto ferito anche l’ambientalista messicano Gustavo Castro per la cui protezione ora si stanno muovendo  vari movimenti organizzati e media indipendenti da tutto il mondo. Info in italiano a questo Link.

Dall’ottimo articolo di Paolo Mossetti (qui link): “Berta Cáceres era un’attivista indigena honduregna, di etnia lenca. Una donna forte e coraggiosa, che da anni sfidava apertamente il governo golpista che nel 2009 ha preso il potere nel suo Paese. Un golpe che Hillary Clinton, allora segretario di Stato americano, rese possibile. Cáceres  non c’è più. È stata trovata morta il 2 marzo, crivellata da colpi di pistola, nella sua città natale di La Esperanza, nella regione di Intibuca. Aveva 43 anni”. La richiesta di giustizia e la petizione per Berta è a questo link.
Continua a leggere