Video Port au Prince, Haiti (2). In moto tra rovine e

In questo video girato da una motocicletta che versa in uno stato pietoso ai limiti di una ragionevole e dovuta rottamazione che non arriverà mai, attraversiamo il centro della città di Port au prince, capitale di Haiti, a qusi un mese dal terremoto del 12 gennaio scorso che ha causato oltre 220mila vittime con una scossa di un minuto del 7,3 grado della scala Richter. Le strade sono piene di gente e il traffico è caotico. Tutti cercano qualcosa, vendono, parlano o semplicemente vagano in attesa della notte. La città è diventata un’immensa tendopoli da oltre un milione di “abitanti sfollati” che dormono negli accampamenti ufficiali (gestiti dal governo e protetti dall’esercito americano e dall’Onu) o in quelli autorganizzati in spazi pubblici e per le strade.

L’infrastruttura cittadina dalle strade agli edifici pubblici e privati sembra essere stata colpita da settimane di bombardamenti. nel video passiamo vicino al mercato generale lungo la via Dessalines, una delle grosse arterie che conducono al vero e proprio centro, la zona in cui si trovavano il Palazzo presidenziale, sede del potere escutivo, e la cattedrale, entrambi distrutti dal sisma. Nel centro si trova anche il campo di rifugiati più grande del paese e la gente viene in questa zona per comprare a buon mercato i pochi prodotti e lo scatolame che si trovano: aglio, uova, pasta, acqua in bottiglia o in sacchettini e poc’altro. Le macerie e la spazzatura invadono tutte le strade e in alcune di queste si sente ancora la puzza moplto forte dei cadaveri rimasti sotto piani e piani di edifici crollati e non ancora esplorati e ripuliti (sono la maggior parte).

La stagione delle piogge si avvicina e abbiamo già avuto un paio di anticipi questa settimana: le vie s’inondano dfi fango e i campi dei rifugiati diventano invivibili. La spazzatura dentro i campi e per la strada non viene portata via ma solo in parte smaltita dalla gente che fa ovunque dei falò per bruciare quel che si può. Gli aiuti della comunità internazionale arrivano ai campi più grandi ma non riescono a coprire tutte le necessità degli abitanti. Ad ogni modo l’intenzione degli americani è di non rendere stabili le strutture dei campi per poter procedere al più presto alla costruzione di fabbricati e case di legno più sicure. Non sembra che vi sia però un piano chiaro in tal senso e quindi la ricerca di tende coperte e teli di plastica resta una priorità per gli haitiani senxza una casa.

Segnalo l’appello per le donazioni che servono davvero, cioè per poter dare qualcosa all’associazione che ci ospita qui a Porto principe che è haitiana e non è legata a nessun circuito internazionale ma è molto utile e presente a livello locale nel quartiere Delmas: http://prohaiti2010.blogspot.com/ I progetti a breve sono la riapertura con personale medico locale di un piccolo centro-clinica per le necessità di base della popolazione; una cucina comunitaria per circa 60 pasti caldi al giorno. Ogni euro conta !

2 risposte a “Video Port au Prince, Haiti (2). In moto tra rovine e

  1. caro fabrizio, ho avuto modo di trascorrere molto tempo in haiti fra il ´99 e ´02 – tra wodoo e platano! mi piange il cuore … ma, visto che nulla é per caso e lo spiegamento di forze americane ancor meno, ti invio un paio di link interessanti, sempre che tu non li abbia giá letti … un abraz – beatrice.
    http://www.engdahl.oilgeopolitics.net/Geopolitics___Eurasia/Prize_Haiti/prize_haiti.html
    e
    http://republicbroadcasting.org/?p=6426
    e
    http://www.informationclearinghouse.info/article24519.htm

  2. Grazie Beatrice per i link!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...