America LatinaOpinioniRicerca

Storia della narcoguerra in Messico 2005-2011

 27/12/2011  Etiquetas: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

L’articolo è stato rimosso, ma presto la “Storia della narcoguerra” in Messico apparirà su Carmilla On Line aggiornata al 2015.

Pubblicato da:  In Categoria: America Latina, Opinioni, Ricerca

  1. […] E non si tratta solo di eredità del passato ma di nuovi mostri generati dalle enormi disuguaglianze economiche, dallo scarso rispetto dei diritti umani, dalla perdita di controllo statale in favore della criminalità organizzata, dalle mentalità autoritarie e le logiche di potere, così come dalla generalizzata frammentazione delle istituzioni e della società: il tutto in un’epoca di escalation della violenza e delle strategie repressive e militari volte al suo improbabile contenimento nel contesto della “narcoguerra”. […]

  2. […] il presidente, che sostanzialmente consiste nella militarizzazione di mezzo paese e nella guerra al narcotraffico che, secondo alcune fonti, ha ormai provocato 60mila morti dal 2007 ad oggi. Altri […]

  3. […] materiali inviati dai lettori e dagli stessi narcotrafficanti il sito racconta la violenza della guerra messicana contro le droghe intrapresa dall’ex Presidente Felipe Calderón tra il 2006 e il 2012 e che oggi continua col […]

  4. […] materiali inviati dai lettori e dagli stessi narcotrafficanti il sito racconta la violenza della guerra messicana contro le droghe intrapresa dall’ex Presidente Felipe Calderón tra il 2006 e il 2012 e che oggi continua col suo […]

  5. […] materiali inviati dai lettori e dagli stessi narcotrafficanti il sito racconta la violenza della guerra messicana contro le droghe intrapresa dall’ex Presidente Felipe Calderón tra il 2006 e il 2012 e che oggi continua col suo […]

  6. […] toccare il fondo della narcoguerra messicana o della repressione cilena o della neocolonizzazione internazionale ad Haiti o della disgregazione […]

  7. […] il presidente, che sostanzialmente consiste nella militarizzazione di mezzo paese e nella guerra al narcotraffico che, secondo alcune fonti, ha ormai provocato 60mila morti dal 2007 ad oggi. Altri […]

  8. […] e le conseguenze dell’arresto e, in qualche modo, cerca di chiudere idealmente un capitolo, quella della narcoguerra, per aprirne un altro, quello dei successi dell’attuale presidente, Enrique Peña Nieto, che […]

  9. […] anni della narcoguerra (2006-2014), viste le necessità di controllo locale dinnanzi all’inerzia dello stato, i comuni […]

  10. […] e le conseguenze dell’arresto e, in qualche modo, cerca di chiudere idealmente un capitolo, quella della narcoguerra, per aprirne un altro, quello dei successi dell’attuale presidente, Enrique Peña Nieto, che […]

  11. […] narcotrafficanti del cartello dei Guerreros Unidos, una delle tante sigle che descrivono il terrore della narcoguerra e la decomposizione del corpo sociale in molte regioni del paese. Non contenti, i poliziotti, in […]

  12. […] narcotrafficanti del cartello dei Guerreros Unidos, una delle tante sigle che descrivono il terrore della narcoguerra e la decomposizione del corpo sociale in molte regioni del paese. Non contenti, i poliziotti, in […]

  13. […] narcotrafficanti del cartello dei Guerreros Unidos, una delle tante sigle che descrivono il terrore della narcoguerra e la decomposizione del corpo sociale in molte regioni del paese. Non contenti, i poliziotti, in […]

  14. […] narcotrafficanti del cartello dei Guerreros Unidos, una delle tante sigle che descrivono il terrore della narcoguerra e la decomposizione del corpo sociale in molte regioni del paese. Non contenti, i poliziotti, in […]

  15. […] narcotrafficanti del cartello dei Guerreros Unidos, una delle tante sigle che descrivono il terrore della narcoguerra e la decomposizione del corpo sociale in molte regioni del paese. Non contenti, i poliziotti, in […]

Comment here