Archivi tag: indios

#AvenidaMiranda, puntata46. Antonio Vermigli e la “democratura” brasiliana di Bolsonaro

jair-bolsonaro

È online la nuova puntata di Avenida Miranda, il programma radiofonico a cura del nostro blog trasmesso sulle frequenze di Radio Città del Capo di Bologna.

Direttore del trimestrale InDialogo, membro della Rete Radié Resch e amico personale di Lula, l’ex-postino di Prato, Antonio Vermigli – su cui è stato girato anche un film -, appena rientrato dal Brasile, parla con Raúl Zecca Castel della situazione politica attuale che si sta profilando nel paese, tra corruzione, minaccia alle popolazioni indigene, nuova povertà e liberalizzazione delle armi. Ma si parla anche del caso Battisti e, ovviamente, dell’ex presidente Lula.

Qui il podcast per ascoltare la puntata.

Nuova tragedia in Colombia per le mine disseminate in territorio indigeno

FotoRiporto l’appello (inviatomi per mail) alla comunità internazionale e allo Stato colombiano che viene rivolto da ACIN, associazione indigena del nord della regione colombiana della Valle del Cauca, dove si trova anche la città di Cali, contro le mine e gli esplosivi abbandonati dalle fazioni in guerra nella zona: militari, guerriglia, paramilitari eccetera.

ASCOLTA L’INTERVISTA (in spagnolo):

http://nasaacin.org/uploads/9bfcb9b34b8952b88fdad1b6509bc504/toribio___alfredo_muelas_31_08_2009.mp3

1. NUOVO LUTTO IN COLOMBIA NEL POPOLO NASA

Foto Llamamos la atención al Gobierno nacional, órganos de control del Estado y a quien corresponda, adelantar de manera urgente medidas necesarias pero de manera concertada con las autoridades indígenas para atender y superar el tema de los artefactos abandonados después de los enfrentamientos armados toda vez que colocan en inminente riesgo la integridad física de la población.
2. GLI “AWAS” AI LIMITI DELLO STERMINIO
EN LOS DIEZ ÚLTIMOS AÑOS, sostiene la Oficina de Derechos Humanos de la ONU, 1.980 indígenas han sido asesinados y más de 70.000 han sido desterrados de sus territorios ancestrales. Los informes de los Relatores para los pueblos aborígenes de NN. UU.
Tejido de Comunicación y Relaciones Externas para la Verdad y la Vida
Asociación de Cabildos Indígenas del Norte del Cauca – ACIN
Telefax: 0928 – 290958 – 293999
Email: acincauca@yahoo.es
web: nasaacin.org
Dirección: Calle 3 No. 7A-20
Santander de Quilichao Cauca -Colombia
Interessante blog che riporta questo appello, ma che si occupa prevalentemente dei mapuches cileni:

APPELLO VIA MAIL da SPEDIRE ALL’AMBASCIATA DEL PERU’ in ITALIA

Potete spedire questa mail a
embperu@ambasciataperu.it
(ricordatevi di firmare in fondo)

Signor Presidente,

ho appreso con grande sgomento della violenza che nel Perù settentrionale
ha provocato un grande numero di morti.

Come Lei ben sa, le comunità indigene dell’Amazzonia peruviana hanno
protestato in modo pacifico per mesi contro l’apertura delle loro terre alle
compagnie del petrolio e del gas, effettuata senza il loro consenso.

Secondo la legge peruviana e quella internazionale, gli Indiani amazzonici
hanno diritto alla proprietà collettiva delle terre tradizionali, e nei loro
territori non deve essere promosso nessun tipo di sviluppo senza il loro
consenso. Nonostante questo, il Suo governo ha agito negando apertamente
tali diritti.

La demonizzazione di un’organizzazione indiana tanto rispettata quale l’AIDESEP, il discredito dei suoi leader e gli appellativi di “barbari”, “ignoranti” e “selvaggi” che Lei ha usato contro gli Indiani, sono inaccettabili e non fanno altro che esacerbare una situazione già tanto tesa.

Le chiedo di sospendere immediatamente tutte le attività delle compagnie
petrolifere e del gas nell’Amazzonia fino a quando il governo non avrà
acconsentito a sedere a un tavolo di negoziazione con i rappresentanti
indigeni. Le chiedo inoltre di intraprendere un’inchiesta imparziale e
indipendente sui tragici fatti del 5 giugno.

Cordialmente,

 Firma

NOME E COGNOME

june05-03 por Fabrizio Lorusso bis.