Archivi tag: lettere

#RazzaMigrante, un progetto di narrazione collettiva sulle migrazioni contemporanee

migrazionedi Maz Project 

[Diffondiamo questa iniziativa dal sito di Maz e invitiamo alla scrittura]

Appunti per un canto blues o della razza migrante – @genusmigrans, Maz

…e stavamo tutti dentro la Storia. La cosa peggiore da fare era rimanere immobili. Quel giorno davano i numeri del 2015 al telegiornale e passavano da un attentato all’altro attraversando il mondo, cronologicamente. A dirla tutta non era il mondo intero a essere citato, ma una sua parte. Il risultato era di 500 morti in una manciata di attentati. Continua a leggere

Nasce La Macchina Sognante, contenitore di scritture dal mondo

macchina sognante

LA MACCHINA SOGNANTE – Contenitore di scritture dal mondo – Riporto il comunicato stampa e la lista degli eventi e presentazioni previsti in questi giorni per il lancio de La macchina sognante, rivista on line, contenitore di scritture dal mondo, con cui ho collaborato con un testo sul Messico e sulla NarcoGuerra e con un breve video di presentazione della situazione attuale del caso degli studenti desaparecidos di Ayotzinapa. E’ un’iniziativa molto interessante e senza dubbio da sostenere.

COMUNICATO STAMPA e LINK RIVISTA

Il lancio de “La macchina sognante”, nuovo contenitore online di scritture dal mondo previsto per il primo ottobre di quest’anno, sarà preceduto da tre anteprime nella città di Bologna: il 18 e il 19 settembre, al Giardino del Guasto a partire dalle ore 19; il 25  allo Spazio Centotrecento dalle 18,30; la presentazione ufficiale avverrà l’8 ottobre alla Biblioteca Casa di Khaoula dalle 18,30.

Questo nuovo progetto per la diffusione di scritture di qualità, provenienti da tutte le parti del mondo, contiene sezioni di Poesia – Narrativa- Saggi – Teatro –Sconfino – Recensioni ed interviste. Nel numero zero si prevede inoltre una sezione dedicata allo scrittore Julio Monteiro Martins al cui libro postumo si ispira il titolo del progetto.

Tra i numerosi stimoli, l’anteprima del 18 pone l’accento sugli sviluppi letterari delle Americhe e sul panorama indigeno con la presentazione del libro “Amazzone in tempo reale” di Loretta Emiri; la lettura di poesie  dall’antologia  “I 43 poeti per Ayotzinapa” nella traduzione di Lucia Cupertino; l’intervento di Fabrizio Lorusso, autore di “NarcoGuerra – Cronache dal Messico dei cartelli della droga”; la prima italiana del documentario “Fiore brillante e le cicatrici della pietra” sul gruppo indigeno brasilianoGuarani-Kaiowá, realizzato da Jade Rainho; l’intervento poetico di Lance Henson.

L’anteprima del 19 settembre lega musica e letteratura inframmezzando agli interventi dei gruppi musicali Hudud e C’est la vieletture incentrate sui temi della migrazione e del Mediterraneo a cura degli scrittori Bartolomeo Bellanova, Marina Mazzolani,Benedetta Davalli, Loretta Emiri, Daniele Natali, Samuele Rizzoli e Oussama Mansour.

L’anteprima del 25 vede protagonisti lo scrittore e attivista per i diritti umani Karl Guillen, che ha trascorso 26 anni nel braccio della morte in varie prigioni degli Stati Uniti, intervistato dalla scrittrice Mirella Santamato; la performance poetica di Elena Cesari e altri interventi letterari di spessore.

In allegato  il programma dettagliato di ciascuna delle serate.

Con l’approssimarsi del lancio del contenitore online seguiranno informazioni più dettagliate sul progetto editoriale. Per gli eventi di anteprima contattare Pina Piccolo al 338-6268250 e Bartolomeo Bellanova al 338-9883340.

 EVENTI PER CONOSCERE LA MACCHINA SOGNANTE:

ANTEPRIMA

18 settembre  Giardino del Guasto- ore 19,00-21,00

Lucia Cupertino legge traduzioni inedite dall’antologia messicana Los 43 poetas por Ayotzinapa, curata daAna Matías Rendón, 2015.

Proiezione di clip dal documentario “Fiore brillante e le cicatrici della pietra” sul gruppo indigeno brasilianoGuaranì-Kaiowà, realizzato da Jade Rainho.

Presentazione, in dialogo con Lucia Cupertino, del libro di Loretta Emiri Amazzone in tempo reale, Andrea Livi Editore, 2013.

Intervento di Fabrizio Lorusso, autore di NarcoGuerra – Cronache dal Messico dei cartelli della droga, Odoya2015.

 ————Intermezzo luminoso ————-

Il poeta nativo americano Lance Henson legge poesie inedite.

Pina Piccolo legge poesie performate da “Black Poets Speak Out”, con proiezione di foto di un’azione direttacondotta il 13 agosto a Oakland.

Rina Xhihani legge la poesia “Il tempo”.

Gassid Mohammed legge “Una storia bizzarra.

LA MACCHINA SOGNANTE – contenitore di scritture dal mondo

ANTEPRIMA

19 settembre  Giardino del Guasto- ore 19,00-21,00

Gruppo musicale Hudud

Brevissima introduzione del progetto editoriale e della serata,  lettura poesia “Resistere” di PasqualinoBongiovanni

Gruppo musicale C’est la vie

Daniele Natali legge la poesia di Mahmoud Darwish “Il curdo non possiede che il vento”

Benedetta Davalli e Marina Mazzolani leggono brani dalla recensione di Lucia Cupertino all’antologia“Sotto il cielo di Lampedusa- Nessun uomo è un’isola” e alcune poesie tratte dal libro

Bartolomeo Bellanova legge brani dal saggio, “Mediterraneo: numeri corpi, vergogne e falsità”

Gruppo  musicale Hudud

Samuele Rizzoli legge dalla sua tesi universitaria dedicata all’analisi delle produzioni poetiche incentratesulle morti da naufragio di migranti nel Mediterraneo

Bartolomeo Bellanova, lettura della poesia “Insulina”.

Daniele Natali, lettura della poesia di Gentiana Minga, “ma per caso che hai fatto dopo che sei morto, somalo?

Gruppo musicale C’est la vie

Loretta Emiri– Lettura di brani dal libro “ Amazzone in tempo reale”

Oussama Mansour legge una selezione di poesie.

Daniele Natali legge la poesia di Giulio Gasperini “Vent’anni”.

Gruppo musicale Hudud

 LA MACCHINA SOGNANTE contenitore di scritture dal mondo

ANTEPRIMA

25 settembre  Spazio Centotrecento, via Centotrecento ore 18,30

La scrittrice Mirella Santamato intervista Karl Guillen – riabilitato e liberato dopo 26 anni di Braccio dellaMorte nella prigione di Stato dell’Arizona.

Lettura di poesie e testi di Karl Guillen.

Performance poetica di Elena Cesari

Poesie a cura di Annamaria dell’Olio

Interventi  e letture di vari “macchinisti”(collaboratori del progetto editorial”La Macchina Sognante”) in cuisi parlerà di Pena di Morte, Diritti Umani, Resistenza, Poesia, Lettaratura e Impegno Sociale.

Abrazos de Acero – Abbracci d’Acciaio (bilingual poem)

Abrazos de Acero

De sueños y revolucionarios

está hecho el mundo

pero son dos los que cuentan

y hasta dos saben contar

porque eso les basta para existir.

Abrazan todos los números

la cifra de su universo

viven dos infinitos iguales

pero diferentes revoluciones

que son una sola en su sueño

un mantra, un amor, de acero.

[de “Matemáticos y poetas”, Bixio O Rojo, Soles Ed., 199x]

 Abbracci d’Acciaio

Di sogni e rivoluzionari

è fatto il mondo

però son due quelli che contano

e fino a due sanno contare

perché questo gli basta per esistere.

Abbracciano tutti i numeri

la cifra del loro universo

vivono due infiniti uguali

ma differenti rivoluzioni

che sono una sola nel loro sogno

un mantra, un amore, d’acciaio.

[da “Matematici y poeti”, Bixio O Rojo, Ed. Soles, 199x]

Bajo el agua – Sott’acqua (poeticamente bilingue)

Bajo el agua

Bajo el agua
Abrazas el fondo
Donde pintas la rima
Y  esperas la lluvia.
Escuchas el azul lejano
Ves reflejos danzantes
Soles en movimiento
Y duran como el universo
Prometen eternidad
Son espejos de lo efímero.
Bajo el agua
Piensas, te piensas
Fuera de ti, por tu bien
Estás a lado del frío
Besando la humedad
Secando el beso.
El recuerdo es sediento
Le cortas el vuelo
Inhalas su respiro
Y golpeas el horizonte.
Sientes agua caminando
Dentro de ti, aflora
Sumerge la piel
Sin fin, nace el mar
Pero se esconde
Bajo el agua
Contigo, firme
Gota sola, que quiero
Desnuda esperanza
Sales, amas, dueles.

[Fabrizio Lorusso]

Sott’acqua

Sott’acqua
Abbracci il fondale
Dove dipingi la rima
E aspetti la pioggia.
Ascolti l’azzurro lontano
Vedi riflessi danzanti
Soli in movimento
Durano come l’universo
Promettono eternità
Specchi dell’effimero.
Sott’acqua
Pensi, ti pensi
Fuori da te, per il tuo bene
Stai accanto al freddo
Baci l’umidità
Asciughi il bacio.
Il ricordo è assetato
Gli tagli il volo
Inali il suo respiro
E colpisci l’orizzonte.
Senti acqua camminando
Dentro di te, affiora
Sommerge la pelle
Senza fine, nasce il mare
Ma si nasconde
Sott’acqua
Con te, decisa
Goccia sola, che voglio
Nuda speranza
Esci, ami, fai male.

[Fabrizio Lorusso]