Archivi tag: influenza stagionale

Roche, Relenza, lo Stato, i media e…quell’affare dell’influenza A H1N1

Nell’ultima settimana le visite a questo blog legate all’influenza A, Umana o ex “suina” sono aumentate vertiginosamente forse per 2 o 3 post che riproducono degli utilissimi documentari con considerazioni politiche e sociali sul fenomeno dell’influenza. In realtà l’aumento delle visite è chiaramente legato al rinnovato bombardamento mediatico di questi giorni sull’influenza stagionale e sulla A del celebre virus H1N1 in Italia. Qualche morto in più che aveva anche la polmonite prima o che non è stato curato in tempo ed ecco fatto, i TG si scatenano.

Meglio parlare dei morti sul lavoro, di altre malattie, degli incidenti stradali magari oppure del golpe in Honduras e delle guerre direi. Vi riconsiglio comunque articoli e video di questa categoria: https://lamericalatina.net/category/influenza-e-influenze/, ma in questo caso voglio postare un video che ho estratto da un bel Power Point suggeritomi da un’amica in diretta da Milano che riassume bene il tutto in italiano. Link al video (visibile sopra): http://www.youtube.com/watch?v=7Rdv-CmL720 e all’ormai classico Operazione Pandemia: https://lamericalatina.net/2009/08/04/operazione-pandemia-documentario-verita-sullinfluenza-a-suina-umana-nellepoca-post-aviaria-la-grande-abbuffata/

Per fare anch’io la mia parte nelle feste in casa d’amici per il giorno dei morti (purtroppo o per fortuna ci si veste come a Carnevale per imitare le celebrazioni di Halloween made in USA) mi sono travestito da dottore con camicione bianco della Universidad Nacional Autonoma de Mèxico, mascherina facciale antipolvere, recuperata dalla mia valigetta speciale per le ricerche in archivio, una siringona piena di Mezcal e una scatolina di Tamiflu in bella vista fuori dal taschino ad altezza petto per suscitare scalpore e incredulità dato che ne è proibita la vendita in Messico. Che modaiolo e presuntuoso!

Ma alla fine l’influenza A H1N1 è una malattia grave?

http://4.bp.blogspot.com/_EZ38IjI0pK4/Sfp1FpbRGiI/AAAAAAAAJNI/u1abRSKZ_LQ/s400/Nuevo+billete+de+20+pesos+(Medium).jpg

Spulciando siti e giornali e leggendo ancora di influenza A, umana o suina che dir si voglia, mi sto convincendo seriamente che si tratti di un grande scherzo globale alla Houdini. Nella rubrica pubblicata dal sito di Yahoo Italia a cura de  Il Pensiero Scientifico Editore si tratta il tema dal punto di vista medico e sociale con assoluta pacatezza e ordinarietà, come credo si debba fare, nonostante lo stesso sito di Yahoo abbia contribuito in questi mesi alla nascita e alla sproporzionata crescita della campagna mediatica di terrore e fobia così ben descritta dal documentario Operacion Pandemia (Operazione Pandemia).

Alla fine risulta essere un’influenza come tutte le altre! 1 morto su oltre 1900 contagi in Italia. (Aggiornamento cifra al 24 settembre: 3 morti su oltre 2300 contagi. 1 morto dovuto solamente all’influenza e 2 per complicazioni e altre malattie come la polmonite). C’è di peggio no?

Humor grafico

Entre sitios web y periódicos acerca de la influenza A H1N1 o porcina o humana en esta fase de la difusión mediática de la pandemia, pues uno se convence bien de que pareció una broma global estilo Houdini. En la sección de Yahoo Italia de Il Pensiero Scientifico Editore (y los invito a señalar otras por el estilo en Epaña o América Latina!!) se trata el tema con una tranquilidad que pareciera irreal hace algunas semanas. Si bien recuerdo el sitio de Yahoo, como casi todos los demás, contribuyó bastante a la difusión mediática del miedo a la pandemia en el que México, Estados Unidos y Argentina y otros fueron involucrados o bien ellos mismos o sus gobiernos lo quisieron (véase documental Operacion Pandemia (Operazione Pandemia).

Al fin y al cabo resulta ser una influenza como todas las demèas! 1 muerto sobre más de 1900 contagios en italia. Hubo cosas peores, verdad?

È  una malattia grave?

Come la forma stagionale, l’influenza suina nell’uomo può presentarsi in forma lieve o grave, ma va detto subito che al momento la gravità non appare fra le sue caratteristiche: la regola è la guarigione, non le complicanze e tantomeno la morte. Tanto è vero che, in Italia, su circa 1900 casi fino ad oggi riportati, è stato segnalato un solo caso di decesso.

Il che significa che la mortalità è presumibilmente identica a quella dell’influenza classica stagionale.

La durata della malattia non oltrepassa di solito i 4-5 giorni. Possono fare eccezione i pazienti affetti da gravi malattie polmonari o cardiache, i diabetici, gli individui con deficit del sistema immunitario (da cause varie) per i quali può risultare più prolungata o andare incontro a complicanze respiratorie.

Quali sono i sintomi e come si distingue dalla “normale influenza”?

La “nuova” influenza si presenta essenzialmente con una triade di sintomi, rappresentata da febbre alta (oltre i 38 gradi) che insorge bruscamente, dolori muscolari e almeno uno fra questi sintomi respiratori: mal di gola, tosse, naso che cola. Di solito l’esordio della malattia si accompagna anche a mal di testa, a uno stato di debolezza (o facile affaticamento) più o meno intenso e qualche volta sono presenti nausea o vomito.

Questi ultimi due sintomi però non sono tipici dell’influenza. Se sono presenti unicamente forte nausea, dolori addominali e diarrea è più probabile che non si tratti di influenza, ma di un’ infezione gastrointestinale dovuta a uno dei tanti virus stagionali che possono colpire l’apparato gastroenterico.

In definitiva, dal punto di vista sintomatico, la nuova influenza non si distingue in alcun modo dalla classica influenza stagionale. La vera differenza è rappresentata dal fatto che l’influenza A si diffonde più rapidamente dell’influenza stagionale e quindi colpisce un maggior numero di individui perché, trattandosi di un nuovo virus, molte persone non hanno ancora gli anticorpi per difendersi.

Da: http://it.health.yahoo.net/c_special.asp?id=26250&c=23&s=2