Archivi tag: spot

Sessismo in pubblicità (due video e una mentalità)

Inserisco due video sulla stessa tematica, o meglio, sulla stessa problematica. Il sessismo in pubblicità e nei mass media per decenni ha amplificato e distorto mentalità e comportamenti già esacerbati dal patriarcato, dal consumismo e dal privatismo (queste ultime sono due ideologie sottostanti e giustificatrici del momento attuale e degli sviluppi recenti del capitalismo).

La donna è oggetto, il maschio domina e il mercato smercia. In società maschiliste e patriarcali la vendita dei prodotti diventa vendita del corpo e di un immaginario sessista e, spesso, misogino. Il primo video raccoglie numerosi esempi italiani e  internazionali. Il secondo “Rappresentazioni di genere nella pubblicità” è un progetto scolastico creato dal gruppo sugli studi di genere e le donne (Women and Gender Studies class) alla University of Saskatchewan di Sarah Zelinski, Kayla Hatzel and Dylan Lambi-Raine. Mostra quanto possono essere ridicole le forme in cui i media ritraggono i ruoli di genere e gli stereotipi ad essi legati attraverso un ribaltamento dei ruoli uomo-donna (nella seconda parte del video).

Sessismoblachman-sessismo_620x410Foto di un estratto del programma sessista danese Blachman (o “uomini che guardano le donne e commentano”, definito come “il più sessista del mondo”). Leggi dell’iniziativa CASCOS ROSAS in Ecuador…

Adriano Celentano – Spot ritirato dalla RAI Sanremo 2012

Riemergono i vecchi ricordi degli anni 80 e ci accorgiamo che sono ancora qui, attuali nel bene e spesso nel male… (link a Svalutation – 1976).

Ecco il promo di Adriano Celentano per il Festival di Sanremo 2012, ma la Rai lo censura perchè “contiene un danno oggettivo per l’azienda”. Nello spot si riprende la provocazione del Molleggiato ai tempi di Fantastico, quando invitò tutti a guardare Canale 5 per un minuto. Da qui link.

E infine la Cumbia di Chi Cambia …e siamo nel 2011

Spot Rai sul Referendum 12-13 giugno

Mandato in onda a tarda notte dalla Rai…conviene diffonderlo dal basso a questo punto, visto il nostro servizio “pubblico”…

AH, I Referendum del 12 e 13 giugno 2011 ci sono ancora!!