Archivi tag: memorias del mañana

Festival de Nuevos Públicos @México DF (Diálogos Rock-Poesía)

Los esperamos el 13-14-15 de enero en el Museo de la Cd de México, metro Pino Suárez! Descarga el Programa festival nuevos públicos o Haz clic en la foto. Señalo:

– los 3 días, banco de libros selectos de la Librería Morgana, librería italiana en México y otro de BravO Cubiertas Inteligentes para proteger sus libros con estilo inimitable 🙂

– el sábado a las 17, conferencia magistral de la Doctora Mariapía Lamberti, Letras Italianas UNAM, sobre Umberto Eco

– el domingo a las 13, presento el poemario Memorias del Mañana con lectura de la actriz MariaTeresa Trentin.

Le poesie di Memorias del Mañana sbarcano a Puerto Escondido

Ecco il manifesto della presentazione del libro di poesie di Fabrizio Lorusso, il sottoscritto e scrivente. Ormai un classico, Memorias del mañana, Memorie del domani sbarca sulla costa pacifica messicana e si mostra per quello che è presso la Universidad del Mar di Puerto Escondido, Oaxaca. Per chi lo volesse, le copie sono alla Libreria Morgana Sud e Colonia Roma: http://www.libreria-morgana.com/ oppure le chiedete all’autore via blog e mail, come sempre no?

L’autore aderisce a: http://rogodilibri.blogspot.com/

13 de septiembre a las 2pm México DF: Presentación poemas “Memorias del Mañana”

PRESENTACIÓN y LECTURAS del LIBRO DE POESÍAS

MEMORIAS DEL MAÑANA

de Fabrizio Lorusso

UNIVERSIDAD DEL CLAUSTRO DE SOR JUANA

Salón R-38, Plantel de Regina

LUNES 13 de Septiembre – 14 HORAS

Participan:

Fabrizio Lorusso – El autor (?)
Roxana Elvridge Thomas – Lectora
Paolo Pagliai – Anfitrión
Sergio González – Editorial Quinto Sol

SALON:
R-38, PLANTEL DE REGINA, ENTRADA POR SAN JERÓNIMO

DIRECCION:

Izazaga 92 – Colonia Cuauhtémoc México DF

http://elclaustro.edu.mx/cms2/sites/ucsj/index/

EVENTO EN FACEBOOK:

LIGA LINK

Recensione di Marilù Oliva a “Memorie del domani” (Memorias del mañana)

Recensione di Marilù Oliva presa QUI: LINK DIRETTO
Fabrizio Lorusso è nato a Milano 33 anni fa e vive da quasi 9 anni a Città del Messico dove si dedica a diverse attività ludiche e culturali tra cui un dottorato in Studi sull’America Latina, l’insegnamento dell’italiano, la traduzione di testi e l’interpretariato, i viaggi di ricerca e d’esplorazione oltre a collaborare con alcuni media e web-zine come Carmilla On Line, Carta, Latino America, Peacereporter, Globalproject, Rebelion, Kaos en la Red, Revista Isla Negra, Radio Popolare e L’Unità.
I suoi temi d’interesse prediletto sono il culto alla Santissima Muerte, la poesia in tutte le salse, la politica, la storia e l’economia dei paesi latino americani, i movimenti e i fenomeni sociali (specialmente) in Messico, il (sotto o sovra)sviluppo economico.
lorusso
Cura un blog personale chiamato L’AmericaLatina.Net (https://lamericalatina.net/) che è fonte d’ispirazione e consigli, ma anche inquietudini, per numerosi italiani in partenza per la gran urbe, Mexico City, (anche fosse solo col pensiero) o per gli altri territori centro e sudamericani.

Ha presentato il prestigioso premio internazionale di poesia Nosside edizione 2008, (premio spesso assegnato a un poeta del paese in cui l’organizzatore ama di più viaggiare in quel momento) e ha pubblicato in Messico nel 2009 la sua prima raccolta di poesie in spagnolo chiamata Memorias del Mañana (Memorie del domani) con la Editorial Quinto Sol.

Dal 2008 una mostra di fotografie di Edoardo Mora e poesie di Fabrizio chiamata “Altri occhi e parole per Roma e Venezia” sta circolando per il Messico in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura. Perde pezzi e didascalie ad ogni viaggio ma tutte le poesie si trovano sul suo blog!

Con un prologo di Valerio Evangelisti, “Los latidos del mar y del corazón…”, e una conclusione dell’autore, i cinquantasette componimenti di “Memorias del mañana“, nascono molto prima del 2009 (anno di pubblicazione per Ediciones Quinto Sol). La loro origine, anche solo a livello embrionale, è  da far risalire a una lettera che Lorusso scrisse al liceo (“Lettera al futuro” ) e alla risposta che lui stesso si diede (“Risposta al passato”). Un dialogo immaginario tra quello che è stato e quello che è ora, tra vite parallele ma mutate nel tempo. Ci sono diversi elementi che rendono prezioso questo gioiello letterario di 76 pagine. In memorias-azulito-media-resolprimis la peculiarità della lingua, ovvero l’utilizzo dell’idioma spagnolo come lingua eletta (cfr bio di cui sopra). Al lettore finale questa lingua – per via della sua dolcezza, della sua musicalità, della chiusura evanescente di alcune parole – si presenta come mezzo idoneo di comunicazione di una materia anche astratta, ma non solo. Il tempo è il grande leitmotiv che scorre attraverso le poesie, ma ciascuna racchiude un senso più intimo legato alla politica, alla comunicazione, al dubbio e, perché no? anche all’amore.
Momenti intensamente lirici sono alternati a toni ironici (meravigliosa la pagina di letteratura comparata e la rivisitazione dell’ungarettiano “M’illumino d’immenso” in “M’affumico d’incenso), immagini potenti (la Solitudine personificata, nuda e disperata, sempre avvinghiata a qualcuno e la sua ombra sorride da lontano), colori in blanco e nigro che si alternano alle luci (luz è parola ricorrente) in un rimando di ombre e di chiaroscuri che il poeta proietta oltre i versi.
Le sovrapposizioni di epoche vengono evocate attraverso l’utilizzo di una terminologia ricca di rimandi temporali: questa la funzione degli aggettivi e dei sostantivi riferiti alle suddivisioni del giorno (nocturno, crepuscolares, vespertina, medianoche, alba mexicana, etc) e questa la funzione di verbi di percezione (e non percezione, primo tra tutti i verbi per eccellenza incatenati al tempo e al suo fluire irreparabile che implica una cancellazione: dimenticare, perder, olvidar). Significativa l’opzione di un lessico legato alla dimensione in cui il tempo si può concentrare o si sottrae al conteggio: dormir, oscuridad, adormecido, las oníricas incociencias.

Un bellissimo libro, “Memorias del mañana“: qui ogni pagina è un momento prezioso, piacevole, libero. Leggendolo vi verrà voglia di rileggerlo, sottolinearlo, copiare qualche verso, vi verranno in mente delle domande. E qualche risposta l’autore ce la svela in “Dudas temporales”, con cui chiudiamo questa recensione:

Siempre jugamos a perder el momento justo
y el pasado está echo de momentos injustos
caídos como perlitas entre dedos distraídos
mientras que el presente de ahora es ficcion
que se admira en una vida frente al espejo
y nos hace creer que el futuro también existe
aunque el vago tiempo humilde no sabe
de relojes.

Share on Facebook

Share

Memorias del Mañana, libro on-line e recensione+diari di viaggio

DUE COSE (forse irrilevanti ma belle).

PRIMA. HO APERTO DUE NUOVE PAGINE IN QUESTO BLOG IN CUI POTETE TROVARE IL LIBRO MEMORIAS DEL MAÑANA COMPLETO (POESIE, PROLOGO E DATI COPYRIGHT) E UNA “I DIARI” IN CUI HO RIPRODOTTO TUTTI I MIEI DIARI DI VIAGGIO (2002-2003 & 2005-2006) DEL MESSICO, GUATEMALA, HONDURAS, EL SALVADOR, COSTA RICA, PANAMA, COLOMBIA, PERU’, BOLIVIA, ARGENTINA.

SECONDA COSA. RIPRODUCO LA BELLA E QUASI COMMOUVENTE RECENSIONE DEL LIBRO MEMORIAS DEL MAÑANA, PER L’APPUNTO, FATTA DA ALEX GIACO SUL SUO BLOG.

CHI VOLESSE IL LIBRO IN VERSIONE CARTACEA LO PUO’ TROVARE CONTATTANDOMI O MEGLIO ALLA LIBRERIA MORGANA, COLONIA ROMA NORTE, CALLE COLIMA 143, Tel./Fax: +52-55-52075843 O ALL’ISTITUTO ITALIANO DI CULTURA DI CITTA’ DEL MESSICO, CALLE F. SOSA 77, COYOACAN. INVITO A LEGGERE E RIPRODURRE IL TUTTO (SE PER CASO VE N’E’ UN QUALCHE INTERESSE SENZA PERO’ DIMENTICARE DI CITARE LA PATERNITA’ DEL SOTTOSCRITTO CHE SOLO HA GENERATO QUESTI SCEMPI E CI TIENE…)

Avere memoria del domani significa immaginare e sognare partendo dal proprio passato: Fabrizio Lorusso presenta “Memorias del mañana”

Alla Universidad Nacional Autónoma de México ha fatto un master. Ora è alla fine dell’omonimo dottorato in Studi Latino Americani presso la Facoltà di Filosofia e di Scienze Politiche. Si dedica a traduzioni e all’insegnamento dell’italiano all’Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico E’ Fabrizio Lorusso, milanese di nascita, del quartiere Bovisa-Varesina, da 8 anni messicano per scelta. Dopo la laurea in economia alla Bocconi, si trasferisce nel Distrito Federal. Gestisce tre blogs: America Latina, altri occhi, altre parole Latinoamerica Express e l’Osservatorio America Latina sulla rivista Carmilla.
….
…la niebla inflamada de ira oscurecía al arco iris
y la amenaza del alba la ataviaba de púrpura
mientras velábamos el nacimiento de dos cielos
recortados por el vuelo de un avión.
….

Ha recentemente pubblicato un libro di poesie. Introdotte dal prologo di Valerio Evangelisti intitolato “Los latidos del mar y del corazón…”, e seguite da una conclusione dello stesso Fabrizio, sono esperienze e idee accumulate in molti anni, tutte espresse in spagnolo, con forte influenza della varietà messicana. L’ho invitato, mediante posta elettronica, a illustrarmi questo libro, e lo ringrazio pubblicamente per avermene inviata una copia.

Memorias del mañana“, mi spiega lo stesso Fabrizio in una e-mail, si ispira a una lettera che scrisse al liceo e alla risposta che lui stesso si diede. La prima si chiamava “Lettera al futuro” e la seconda “Risposta al passato”. Nei due scritti, immaginava un dialogo tra i tempi presenti nella vita di un individuo, e tra due sè stessi in epoche diverse. Il risultato del dialogo è molto simile alle poesie del libro, che definisce ricordi sospesi tra il passato e il futuro, quasi dei deja vu: fenomeno di cui confessa di essere stato spesso “vittima”, subendone il fascino.
….
Hálitos de repentina adolescencia
abren las puertas al flashback urbano
el muro del llanto en el metro
vaciar de rabia otra botella de tinto
en vilo sobre el borde de la banqueta
el lamento de los esclavos que jamás se liberan
el olor a opio que calienta el paso subterráneo
y en otoño desfila un cortejo de hojas muertas.
….

Possiamo già ricordarci il futuro e il domani, si chiede poi Fabrizio, aggiungendo che avere una memoria del domani significa immaginare, sognare, creare a partire dal proprio passato e dal presente che mai esiste e sempre fugge via. E le poesie viaggiano sospese tra due mondi geograficamente lontani, tra diversi periodi della vita, tra molte esperienze vissute, e tra persone incontrate e lasciate.

Alcuni poemi sono nati in italiano, tradotti poi in spagnolo, altri sono stati scritti solo in spagnolo e si riferiscono alla realtà messicana degli ultimi tre o quattro anni. Riguardano il vissuto di quella parte del mondo. Altri ancora sono più vecchi e riprendono scritti in italiano dell’adolescenza o della prima epoca messicana.
….
De repente, selectas palabras clandestinas
se destiñen en un zumbido vacío
se manchan con el cloro de la indolencia
si hay multitud insípida a su alrededor.
….

Memorias del Mañana“, Ediciones Quinto Sol, ha settantasei pagine e quattro anime, continua Fabrizio: una politica, riferita soprattutto alla regione di Oaxaca, alla TV e i media; la seconda amorosa; una malinconica e romantica, legata al passato “postmoderno” delle periferie milanesi e messicane; una quarta sarcastica, o meglio delusa.La presentazione ufficiale di “Memorias del Mañana” è programmata per mercoledì 9 dicembre alle 19, presso l’Auditorium dell’Istituto Italiano di Cultura di Città del Messico, in Calle Francisco Sosa, 77.

Per ora, in Italia non sarà presentato, ma l’autore sta pensando a una versione italiana (ri)tradotta. Sarebbe interessante, conclude, come esperimento di ritorno alle origini.

Las Mañanas en el Once TV. Fabrizio Lorusso presenta libro di poesie, delirio?

Ecco ilvideo dell’intervista realizzata al Canal 11, nel programma Las Mañanas del Once, in cui si presenta il libro Memorias del Mañana, giustamente il programma doveva chiamarsi proprio las mañanas del once!

Link vicini:

https://lamericalatina.net/2009/12/06/presentazione-del-libro-di-poesie-memorias-del-manana-in-messico/

http://www.iicbelgrado.esteri.it/IIC_Messico/webform/SchedaEvento.aspx?id=609

Cristina Secci lee poesías (español e italiano) desde Memorias del Mañana de Fabrizio Lorusso – 2/2

Lo mejor del evento de lectura de poemas en el Istituto Italiano di Cultura, Mexico DF, 9/12/09 (segunda parte!). https://lamericalatina.net/2009/11/13/… y https://lamericalatina.net/2009/12/06/…

Cristina Secci lee poesías (español e italiano) desde Memorias del Mañana de Fabrizio Lorusso – 1/2

Lo mejor del evento de lectura de poemas en el Istituto Italiano di Cultura, Mexico DF, 9/12/09. https://lamericalatina.net/2009/11/13/… y https://lamericalatina.net/2009/12/06/…